Cinque errori da non fare se scrivi libri di coaching 

Il coaching è ormai una di quelle frontiere sterminate che molti abbracciano per risolvere i propri problemi. Io stessa anni fa, grazie ad un lavoro in azienda ebbi l’opportunità di fare un corso dedicato al problem solving. Ma sono sempre di più quelle persone che vogliono scrivere libri online dedicati al coaching. Molte persone aspirano a migliorare se stesse e a sviluppare il proprio potenziale, sia a lavoro che nella vita privata.Altri ancora si affidano alla lettura di guide per trovare dei consigli utili su come incrementare le proprie capacità e affrontare i problemi nella maniera più adeguata.

Ormai il coaching è molto presente online, ne siamo bombardati

Questa non è una critica, sia chiaro. Sono qui dal mio pc a scrivere dalla mattina alla sera di contenuti diversificati in base alle esigenze dei miei committenti. Ma spesso vedo che il meccanismo del coaching è strumentalizzato per “corrompere” o meglio “illudere” i lettori che tutto sia una questione di organizzazione, di determinazione. Ma la verità è che per fare certi lavori, per scrivere contenuti di livello, è sempre necessario avere conoscenza o fonti concrete di ciò che si sta scrivendo. Insomma, detto in soldoni non ti consiglierei mai di scrivere un testo di coaching per affiliazione Amazon…a meno che questo non sia il tuo primo lavoro.

Ma se sei un esperto di coaching, eccoti nel posto giusto

Ma come scrivere dei buoni libri coaching? Quali contenuti inserire per creare una guida da destinare alla lettura di chi cerca spunti motivazionali?

Sono una ghostwriter, il che comporta un impegno abbastanza costante quando si scrive per altri. Soprattutto libri e manuali. Il coaching è una frontiera ormai molto “sdoganata”. Le insicurezze di questa società, che ci vuole e ci chiede di essere particolarmente in grado di corrispondere alle richieste degli altri ed interpretare le nostre, ci rendono fragili. Ed è così è nato questo mondo, che vuole orientarci a lavoro come nella vita di tutti i giorni, insegnandoci tecniche ed approcci alla vita. 

Vuoi scrivere il tuo libro di coaching? Non ti preoccupare, sei nel posto giusto: sia che tu abbia bisogno di una ghostwriter, sia che tu necessiti di una mano a capire da dove cominciare. 

Scrivere di coaching

Se hai esperienza a riguardo e ti piacerebbe condividerla con gli altri potresti scrivere una guida per aiutare le persone che sono alla ricerca di consigli utili sul tema “coaching”. Trovare dei metodi utili per tirare fuori la propria autonomia è un’aspirazione molto comune, così come la ricerca del successo. Non tutti sanno mettersi in gioco e trovare i canali giusti per esprimersi, ma tu puoi aiutarli a farlo.

Ti starai forse chiedendo: “Come scrivo un libro guida?”. Non esiste un modo univoco per scrivere libri coaching, ma sicuramente ci sono delle cose che sarebbe meglio non scrivere. Se hai avuto esperienza come leader saprai che è importante mantenere una buona motivazione individuale e di gruppo. E questo avviene in tante situazioni, nel lavoro, negli sport, ma anche nella quotidianità. Per ottenere dei buoni risultati, diventare più efficienti e acquisire maggiore sicurezza, bisogna prima di tutto aprire la mente e superare i propri pregiudizi interiori. La relazione con gli altri è un altro punto interessante da poter approfondire nella tua guida.

Cinque errori da evitare quando scrivi online

Se vuoi rendere la tua guida piacevole e diventare un esempio da seguire per i tuoi lettori, evita di cadere in questi cinque errori:

  1. Presentarti come persona “arrivata”, ponendoti in maniera arrogante e presuntuosa;
  2. Parlare di coaching come fosse solo business, mentre l’obiettivo della guida dovrebbe essere prima di tutto migliorare se stessi;
  3. Dare indicazioni non supportate da esempi (ancora meglio se vissuti in prima persona);
  4. Non avere una visione chiara e precisa da condividere con gli altri;
  5. Concentrarsi su se stesso/a senza considerare che ogni individuo presenta inclinazioni ed esperienze diverse fra loro.

Posso aiutarti a scrivere il tuo libro di coaching se vuoi

Troverai soddisfazione nel riuscire ad essere un buon motivatore e un piacevole consigliere per i tuoi lettori. Se stai pensando di scrivere un libro di coaching e non sai da dove iniziare, puoi rivolgerti a me. Insieme potremmo costruire il profilo del tuo testo e creare un indice ad hoc per il tuo metodo. Scrivimi ad info@anniriapunzo.com! Ti aspetto!