Laboratorio di giornalismo per ragazzi

9. Laboratorio di giornalismo per ragazzi

laboratorio di giornalismo per ragazzi

Bentrovati, oggi è la festa della mamma, la secondo domenica di maggio… ed io a volte mi confondo o me ne dimentico. Sarà che siamo sempre troppo assorbiti dai nostri impegni.

E voi come state festeggiando?  Fatemelo sapere nei commenti 🙂

Ciò detto e anticipato, in passato ho avuto l’onore e il piacere di insegnare nelle scuole come esperto esterno. E l’ho fatto in quanto associata Legambiente e parte del gruppo scuola del mio circolo locale. Come iscritta e giornalista ho quindi potuto insegnare come esperto esterno proprio giornalismo ambientale.

E sono qui a parlarvene perché ho avuto modo seppur io sia abbastanza giovane, di provare l’approccio al giornalismo con i più piccoli con ragazzi delle scuole medie, studenti liceali e di istituti professionali.

Sono grata di questo a chi ha creduto in me, il circolo locale di Ischia e Procida in primis nelle figure di Lilly Cacace, Marianna Lamonica e Giuseppe Mazzara, il nostro Presidente. Ma come tutte le esperienze della vita, non ho mai smesso di fare gavetta ed ancora oggi ne faccio.

Lezioni di giornalismo

La comunicazione oggi è complessa e ho trovato nel mio campo molta difficoltà: ciò per diverse ragioni. La più scontata mi dispiace dirlo è che i ragazzi oggi leggono poco e scrivono malissimo. Per questo prima ancora di dare loro un approccio alla scrittura giornalistica, ho spesso dovuto correggere veri e propri strafalcioni grammaticali. Ma non è colpa degli insegnanti, spesso trattati davvero male, bensì del sistema. Altra storia non mi dilungo qui adesso.

Nelle mie lezioni di giornalismo ho quindi optato per un approccio “alla lontana” e ve ne voglio parlare in una serie di articoli che andrò proponendovi mano mano che il gioco qui sul blog si farà duro… cominciamo subito con il dire però come io abbia strutturato il mio corso di giornalismo per ragazzi. Se vorrete avere informazioni, il corso completo o ancora l’ebook dedicato in lavorazione (l’indice puntato è un’anteprima dell’ebook), non esitate a scrivermi all’indirizzo email: info@anniriapunzo.com.

Come organizzo un corso di giornalismo per ragazzi?

Dobbiamo prima di tutto immaginare il target di riferimento e l’età dei nostri studenti. L’approccio per sommi capi resta sempre lo stesso: sarà lo sviluppo delle lezioni all’interno di ogni corso a cambiare.

  • Introduzione al mondo del giornalismo: chi è il giornalista e come si sviluppano una redazione locale, regionale e nazionale.
  • Le fonti: dalle agenzie di stampa alle indagini sul posto come organizzare una notizia e verificarla.
  • I testimoni: la privacy e la scelta di fonti attendibili.
  • Che tipo di reporter sei? Ad ogni giornalista il suo campo
  • L’articolo di giornale: sommario, titolo, occhiello e catenaccio.
  • Le 5 W e le regole utili per scrivere un articolo di giornale
  • Le inchieste
  • Il blog
  • Il fotoracconto
  • Formiamo la nostra redazione
  • Sviluppo del giornale online e cartaceo
  • Pubblicazione in aula e online del proprio lavoro

L'approccio

Certamente un bambino iscritto alle scuole elementari non potrà fare le stesse operazioni di un liceale o di uno studente delle scuole medie. Per ogni età vi è quindi un approccio e lo andremo vedendo nei vari articoli che vi proporrò. Per ora vi basti sapere che attorno ad ognuno di questi argomenti ci sarebbe da parlare per ore ed ore.

Ma nella mia esperienza ho potuto constatare che il livello d’attenzione in aula è davvero breve e spesso sono gli insegnanti in primis ad annoiarsi e richiedere maggiore dinamismo per i propri alunni, costretti magari ad orari pomeridiani stancanti. Ed è per questo che suggerisco di abbinare ad ogni lezione una parte teorica ed una pratica.

La redazione di un giornale

Una redazione è in effetti in maniera semplificata una realtà gerarchica a tutti gli effetti. Controllori e controllati tra caporedattori, direttori e vicedirettori coordinano il giornale per farlo armonicamente funzionare.

Ogni bambino o ragazzo ha le sue inclinazioni e non si può immaginare di costringerla o costringerlo alla stesura di articoli complessi. Questo perché non dobbiamo mai tendere all’odio della materia, ma stimolare e incentivare una naturale curiosità ad un mondo che non è per niente noioso!

Quindi se in una delle nostre lezioni andremo a parlare della redazione, l’idea potrebbe essere quella di fare in una prima parte teoria, spiegando i ruoli di ogni componente del giornale; in una seconda parte potreste indire delle elezioni per il direttore e il vicedirettore con delle candidature spontanee per ogni ruolo disponibile.

Che ne pensate?

Le uscite e i reportage

Nella programmazione delle uscite spesso si richiede agli esperti esterni di fornire con anticipo i luoghi che si andranno a visitare. Come piccoli reporter potreste portare i vostri studenti ad osservare le criticità e le bellezze del territorio.

Bisognerà infatti insegnare loro non solo ad avere occhio critico, ma anche all’occorrenza rispetto e curiosità verso le cose belle. Sono infatti del parere che incentivare all’odio o alla critica a tutti i costi non sia formativo per piccoli giornalisti nonché futuri cittadini e professionisti del domani.

I materiali necessari per organizzare un corso di giornalismo

Certamente quando si ha in mente di proporre o organizzare un corso di giornalismo, non si può fare a meno di tenere presenti i materiali. Per i più piccoli direi necessari colori, cartelloni, colla e materiali di riciclo. Vi spiegherò poi come utilizzarli.

Come materiali “universali” carta, penna, Block notes ed una macchina fotografica. Le scuole normalmente hanno aule multimediali a disposizione: chiedete di fare lezione lì in maniera tale da poter mostrare ai ragazzi come si utilizzano programmi di scrittura.

Inutile dirsi che molti hanno il cellulare. Valutate con l’insegnante la possibilità di utilizzarli nelle uscite per scattare foto. Direi però di non lasciarli a disposizione durante le lezioni.

Conclusioni

Non è tutto semplice, sento di dirlo con immensa umiltà. Se pensate di venire qui e scopiazzare il mio indice, vi sbagliate. Sarei piuttosto contenta di aiutarvi a sviluppare il vostro piano lezioni confrontandoci e migliorando sempre di più le prestazioni di un corso che ha come funzione principale quella di formare e istruire i giovani cittadini di domani.

Spero di avervi dato qualche info utile, iscrivetevi alla mia newsletter se vi va così da rimanere aggiornati sui nuovi articoli del mio blog!

A presto,
Anniria

ALTRI ARTICOLI

Articoli
{"ticker_effect":"slide-v","autoplay":"true","speed":"2500","font_style":"normal"}

INDICE

ALTRI ARTICOLI

Articoli
{"ticker_effect":"slide-v","autoplay":"true","speed":"2500","font_style":"normal"}