Come scrivo un discorso?

Scrivere un discorso, sembra qualcosa di assolutamente fuori luogo al giorno d’oggi. Ma in verità non è così. Perchè dobbiamo scrivere e presentare un progetto, un’idea o semplicemente esporre un’idea al pubblico, molto più di quanto possiamo immaginare. Ve lo dico da subito però, io non amo parlare in pubblico e per questo ho imparato a difendermi…a mie spese!

Ho scritto molti discorsi, ma ne ho fatti sempre pochissimi

Perchè la mia vita è sempre stata un po’ così, al servizio di chi doveva dire qualcosa e io sempre un po’ dietro e quinte. E i miei studi prima ed ancora l’esperienza poi, mi hanno insegnato che posso scrivere e parlare se lo voglio, senza temere il mio pubblico. Ciò che mi rende insicura ad oggi, resta proprio però il contatto visivo. Mi dicono che a distanza sia quasi logorroica, in presenza e nelle emozioni viso a viso…divento silenziosa, effetto “vibrazione”.

Però so scrivere un discorso, e posso insegnartelo!

In tante occasioni può risultare utile sapere come scrivere un discorso. La vita è ricca di momenti in cui dobbiamo parlare in pubblico e trovare le parole giuste per non fare brutta figura. In ambito universitario, ad un colloquio di lavoro o ad una conferenza o webinar. 

Per iniziare, bisogna considerare il contenuto. Dobbiamo sapere cosa dire nel discorso, focalizzarci su un tema e portarlo avanti per tutto il tempo che abbiamo a disposizione. Se ne sappiamo poco, informiamoci e scandagliamo fonti e notizie. Il pubblico deve vedere che abbiamo la competenza a riguardo. 

In secondo luogo, va tenuto conto dello scopo del discorso. Vogliamo convincere chi ci ascolta di una tesi o argomentazione? Oppure semplicemente raccontare qualcosa? Gli scopi possono essere svariati e dipendono dal contesto e dall’occasione nella quale ci troviamo a parlare. 

Prima di passare ad esempi di struttura, qualche consiglio generale. Curate molto la chiarezza del vostro testo, lo stile e il tono (a seconda dell’interlocutore). Dovete apparire naturali e non costruiti. Coinvolgere e non appesantire il pubblico. Dunque frasi brevi e parole semplici. E se possibile, un pizzico d’ironia non guasta mai. 

Esempi struttura discorso

Quando si tratta di scrivere un discorso, ci viene in aiuto la famosa scaletta. Ovvero la struttura del discorso divisa in gerarchie e argomenti che metteremo nella nostra bozza. Ogni punto va studiato nei minimi dettagli ed ogni argomento sviluppato in maniera esaustiva. Può aiutare, chiedere consigli e dritte ad esperti di public speaking. Comunque già il titolo del discorso, deve generare interesse. Agirà da biglietto da visita.

Ogni discorso che si rispetti, si compone di introduzione o apertura, corpo e conclusione. Con l’intermezzo di momenti di transizione e pause. Si può iniziare con un aneddoto o una domanda per captare l’attenzione del pubblico. Poi trattate il tema, dividendolo in pochi punti chiave, di solito tre. Se volete dimostrare qualcosa, dovrete avere dei materiali d’appoggio. Dati, fatti o statistiche. 

Concludete il discorso fornendo una sintesi di quello che avete appena detto. Con l’aggiunta di una domanda o una riflessione. L’inizio e la fine devono avere un impatto forte su chi vi ascolta. Ancora meglio quindi terminare con una call to action o intavolare un dibattito con il pubblico. Dovranno ricordarsi di voi anche dopo aver dedicato del tempo a sentire il vostro discorso.  

State pensando di scrivere un discorso?

C’è sempre un buon motivo per sedersi e mettere nero su bianco quello che si desidera dire ad altri. E quindi perchè fermarsi alla prova davanti allo specchio? Sono disponibile ad aiutarti a scrivere il tuo discorso, provarlo insieme e costruire, perchè no, una presentazione performante per le tue esigenze! Scrivimi ad info@anniriapunzo.com e ricordati…sono silenziosa… ma neanche troppo!